sabato 24 ottobre 2020

Ivan Illich

 https://www.lafeltrinelli.it/static/images-1/xl/118/13835118.jpg 

"Siamo tutti mutilati- chi fisicamente, chi intellettualmente, chi psicologicamente. E' per questo che dobbiamo lavorare insieme, per creare il mondo nuovo. Non c'è più tempo per la distruzione, l'odio, la collera. Dobbiamo costruire, in speranza, gioia, celebrazione. Andare incontro alla nuova era di abbondanza ciascuno col campo d'azione che si è scelto e con la libertà di seguire il ritmo del proprio cuore. Riconoscere che una volta soddisfatti i suoi bisogni di cibo, vestiario, riparo, per l'uomo è essenziale tendere alla realizzazione di sè, alla poesia, al gioco...ma dobbiamo anche riconoscere che questo nostro tendere all'autorealizzazione è gravemente intralciato da strutture obsolete, proprie dell'era industriale.Ora come ora, siamo bloccati e pressati dall'impatto della potenza umana in costante aumento. I nostri attuali sistemi ci obbligano a sviluppare e accettare qualsiasi tipo di armamento la tecnologia renda possibile; il nostro attuale sistema ci obbliga a sviluppare e accettare qualsiasi miglioria in termini di macchinari, attrezzature, materiali e rifornimenti che accresca la produzione e abbatta i costi; il nostro sistema attuale ci obbliga a sviluppare e accettare le tecniche pubblicitarie e la persuasione occulta del consumatore.

           Per convincere il cittadino che è ancora lui a controllare il suo destino, che sono i valori morali a informare le decisioni e che la tecnologia è una forza ancillare anzichè dominante è oggi necessario distorcere l'informazione.

L'ideale di informare il pubblico ha lasciato il posto al compito di convincerlo che scelte obbligate sono in realtà azioni desiderabili.".


            da "Celebrare la consapevolezza", Ivan Illich, Neri Pozza, la quarta prosa collana diretta da Giorgio Agamben

            

Beni Essenziali: da Domenica 1 novembre Libreria aperta ore 16,00-20,00

https://pbs.twimg.com/media/EkxbQLKXUAIxBqP?format=jpg&name=small

venerdì 11 settembre 2020

Crocetti Editore

 Amico Crocetti: le tue bellissime nuove edizioni,sfondo bianco, arrivano già sporche!

Sob...

 

 https://img.freepik.com/foto-gratuito/stampa-umana-blu-acrilica-della-palma-isolata-su-fondo-bianco_23-2148117957.jpg?size=626&ext=jpg

mercoledì 9 settembre 2020

TRASPARENTE LABORATORIO DI RIFLESSIONE SUL DECRETO BIBLIOTECHE

 PRIMA DOMANDA:


 COME MAI MOLTI DISTRIBUTORI A FRONTE DELLE RICHIESTE DEI LIBRAI, SOLLECITATI A LORO VOLTA DA QUELLE DELLE BIBLIOTECHE, STANNO APPLICANDO L'ETICHETTA 

"NON RENDIBILE" 

  A MOLTI TITOLI DI IMPORTANTI CLASSICI?

UN TENTATIVO DI INDIRIZZARE LE SCELTE DEI LIBRAI ALLE SOLE  EDIZIONI CHE RESTANO "RENDIBILI" ?

IMPEDIRE UN EVENTUALE RITORNO DEI VOLUMI INVENDIBILI (GUASTI, INESATTI) GARANTENDOSI IL GUADAGNO ED ESCLUDENDO DA QUESTA GARANZIA I LIBRAI?

Aim High: On Niki de Saint Phalle's First New York Solo Show, in 1962 –  ARTnews.com

venerdì 4 settembre 2020

Western

 

 

Ci mettemmo a parlare di film western; li adoravamo entrambi
perché era semplice capire a chi dovevi sparare, o almeno così diceva Bobby 

 
L'abbigliamento della monta western – Pillolequestri

venerdì 14 agosto 2020

BERTOLT BRECHT, AGOSTO 1898

Gli amici


Se tu venissi, portato in carrozza

e io avessi una giubba da contadino

e ci incontrassimo un giorno così per la strada

tu scenderesti e ti inchineresti.

E se tu vendessi acqua

e io venissi a passeggiare montato a cavallo

e ci incontrassimo un giorno così per la strada

io smonterei dinanzi a te.

mercoledì 12 agosto 2020

venerdì 7 agosto 2020

Per un teatro povero

 "Ciò che colpisce quando si pensa al mestiere dell'attore, così come è praticato oggi, è il suo squallore: l'appalto su di un corpo che viene sfruttato dai suoi protettori-direttori e registi"


                        Jerzy Grotowski, Per un teatro povero

 Scuole Di Teatro - Grotowski - Istituto Italiano Arte e Danza

venerdì 31 luglio 2020

A TUTTI GLI AMICI CHE STANNO SOFFRENDO PER AMORE

NEL CAPITOLO XI DELLA VITA NUOVA   DANTE RACCONTA CHE MENTRE PERCORREVA LE STRADE DI FIRENZE VIDE ALCUNI PELLEGRINI E PENSO' CON UN CERTO STUPORE CHE NESSUNO DI LORO AVEVA UDITO PARLARE DI BEATRICE PORTINARI, CHE TANTO LO AFFLIGGEVA.



                                       B.SUAREZ LYNCH, ESTUDIOS DANTESCOS (BUENOS AIRES 1891)

MYSTERY TRAIN

Seguici su facebook twitter youtube youtube

 

 

 

 

Lezioni di storia a Padova
 

LEZIONE DI STORIA IN MUSICA


MYSTERY TRAIN
UN VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO AMERICANO

Con Alessandro Portelli, Gabriele Amalfitano, Margherita Laterza, Matteo Portelli

Libertà, frontiera, industria, solitudine: il treno come straordinaria
metafora della modernità americana.

Un’attrice, Margherita Laterza, due musicisti, Matteo Portelli e Gabriele Amalfitano, e un americanista, Alessandro Portelli, mettono in scena questa originale e particolarissima Lezione di Storia, convocando, tra gli altri, Hawthorne e Dickinson, Woody Guthrie e Bruce Springsteen, Elvis Presley e Johnny Cash.

Libertà, frontiera, industria, solitudine… il treno è stato una straordinaria metafora della modernità americana. Nella seconda metà dell’Ottocento e fino agli anni ‘50 del secolo scorso, la ferrovia è una protagonista assoluta dell’immaginario americano, come simbolo di libertà ma anche di solitudine, di progresso ma anche di lotte e scontri fra diverse classi sociali. Ed è senza dubbio al centro della produzione musicale folk, blues e rock. ‘Mystery Train’ è un viaggio tra note e parole nella storia e nella cultura americana con Gabriele Amalfitano (chitarra e voce), Matteo Portelli (tastiere e basso), Margherita Laterza (voce e letture) e Alessandro Portelli (racconto).
 

Lo spettacolo è prodotto dagli Editori Laterza in collaborazione con il Circolo Giovanni Bosio.


Le date della Lezioni in Musica:

  • Venerdì 4/9 - Modena - Giardini di Palazzo Ducale
  • Sabato 5/9 - Bologna - Chiostro dell’Arena del Sole
  • Domenica 6/9 - Roma - Cavea dell’Auditorium Parco della Musica (ore 21.00) 
  • Martedì 8/9 - Milano - Teatro Franco Parenti (ore 21.30)

  I biglietti sono già in vendita. Qui tutte le info

 
La lezione è anche un podcast in 4 puntate disponibile sulle più diffuse piattaforme di distribuzione (Spotify, Spreaker, Apple Podcast, Google Podcast, IHeartRadio) dal 27 luglio 2020. Ascoltalo qui.

27 luglio EPISODIO 1, “Un suono aspro ogni oltre asprezza” (già disponibile)
30 luglio EPISODIO 2, “Il prezzo del progresso”
3 agosto EPISODIO 3, “Note di libertà e lontananza”
5 agosto EPISODIO 4, “Il treno non ferma più qui”
 
 
 

Messaggio inviato agli iscritti alla Newsletter Laterza. L’invio di messaggi non ha cadenza prefissata.
Clicca qui per l'informativa sul trattamento dei dati personali
Clicca qui se non vuoi più ricevere i nostri aggiornamenti

"Quando sono caduto e ti ho cercata"

https://mcusercontent.com/fd10b15ddc03b18f98c16cfff/images/5d54db13-929e-4ca1-95e9-37db35f3444a.png