lunedì 25 maggio 2020

mercoledì 20 maggio 2020

Troppo di troppo

" Forse una via d'uscita ci sarà.
Il Pilota di carta pensa a com'era e sarà di nuovo.
Troppo di troppo e troppo spesso."


                                   Luca Zanichelli


Questa è la frase scelta dalla maggioranza dei nostri lettori per raccontare il sentimento più vivo che provano in questo momento di "ritorno" alla normalità dopo la Fase uno.
 

mercoledì 13 maggio 2020

Salone del Libro

Nonostante la pandemia il salone del libro di Torino ha cercato un modo per esistere anche quest’anno. Dal 12 al 14 maggio si terranno molti eventi online per pensare insieme a Nuove forme di vita

https://www.salonelibro.it/ita/

martedì 5 maggio 2020

Orari di oggi



Anche oggi la Libreria sarà aperta con lo stesso orario di ieri: dalle 
16 alle 19.
riapriamo con cautela, ma vi ringraziamo per il calore e l'amicizia che ci avete dimostrato e ci state dimostrando.

Ringraziamo ancora Jessica Nicoletti per l'immagine

domenica 3 maggio 2020

Riaccendiamo le luci della città


Lunedì 4 maggio la libreria è autorizzata a riaprire.
L’orario del primo giorno sarà dalle ore 16 alle ore 19, e lunedì sera comunicheremo gli orari dei giorni successivi.
Per chi volesse ricordiamo che è possibile contattarci ai numeri di telefono 0372 23867 o 3496700962.
Procederemo lentamente e con grande attenzione, pronti a rispondere ad ogni vostra necessità studiando insieme a voi le risposte necessarie per riprendere il nostro cammino in modo sicuro e fertile. Sarà possibile entrare in libreria uno per volta, vi preghiamo di farlo indossando mascherina e guanti e dopo aver pulito le mani, seguendo quella prassi rispettosa che conoscono bene tutti quelli che si sono addentrati negli archivi dove sono conservati manoscritti antichi. Davanti alla Libreria troverete tavolino e sedie opportunamente distanziate. Potrete così attendere con comodità conversando a distanza di sicurezza con chi sta condividendo con voi l’attesa.
La libreria vi offrirà il suo patrimonio più caro: Piazza Duomo con la sua bellezza e la sua tranquillità.

Che sia questa, assieme ai libri, consolazione a chi ha sofferto e suggerimento di nuove forme di felicità.