sabato 31 agosto 2013

Pierrino : "The Fisher King"



Cos'è quel suono alto nell'aria
Quel mormorio di lamento materno
Chi sono quelle orde incappucciate che sciamano
Su pianure infinite, inciampando nella terra screpolata
Accerchiata soltanto dal piatto orizzonte
Qual è quella città sulle montagne
Che si spacca e si riforma e scoppia nell'aria violetta
Torri che crollano
Gerusalemme Atene Alessandria
Vienna Londra
Irreali 

Thomas Stearns Eliot, La Terra Desolata, V. Ciò che disse il tuono

Ci piace!


Festival





Pettinatore di comete, leggero, va' presto!
Nel vento le erbe saranno i tuoi capelli;
Dagli occhi aperti ti sprizzeranno i fuochi
Fatui, prigionieri nelle povere teste...

I fior di camposanto chiamati Passione
Riempiranno il tuo terreo sorriso più folti...
E le miosòtidi, fiori di perpetua prigione...

Non far lo smorfioso: le bare dei poeti  
per i becchini son semplici giochi,
Astucci di violini che suonano vuoti...
I  borghesi son sciocchi - ti credono morto davvero -
Va presto, pettinatore di comete leggero! 

Tristan Corbière, Morticino da ridere 



La locandina del Festival della Letteratura di Mantova, c'è parso richiamare con queste figure che sormontan le guglie del catsello Gonzaga, la poesia "Morticino da ridere" del decadente ottocentesco Tristan Corbière, perché i tratti e i caratteri di queste figure ci son parsi non aggraziati e ridenti, ma alluder appunto ad un morticino...

"Hasta la schiena siempre!"



venerdì 30 agosto 2013

Ugo Pierri "No No No No " Pace Progresso Saggezza Bellezza


Lecchiamo i manifesti (documento di denuncia sociale alla maniera provenzale)


Il cibo sano e in voga dei dietisti
la coscia soda e il culo dei ciclisti
la natural burella dei dantisti
la grama vita dei telefonisti:
cibo grama coscia ahi poveri cristi.

la polvere umidiccia dei catasti
l'invito alla frugalità dei pasti
pretucoli castrati più che casti
la sera in cui non mi telefonasti:
la polvere di quei castrati impasti.

l'aumento incontrollabile dei costi
la vita ormai è la virtù dei tosti
il nuovo ammazzatutto per gli incrosti
noi si combatte qui per pochi posti:
l'aumento a poca vita di avamposti.

dritti e belli, sorrisi e fuori i busti
beviamo verità per tutti i gusti
gustiamo oracolari mezzibusti
drogati in massa da pensieri frusti:
dritti draghi, noi sempre quelli giusti.

i cari e belli e dolci e giusti gesti
i belli e giusti e dolci e cari incesti
uffici di impiegati ottusi e mesti
corri giusto finché non ti arresti:

cari e belli, lecchiamo i manifesti.



Jacopo Narros

martedì 27 agosto 2013

CARLO OSSOLA E ERALDO AFFINATI (FESTVALETTERATURA MANTOVA)

L'amico fedele della libreria e della libraia arriva di prima mattina e non ha l ' aplomb che lo contraddistingue da sempre. In mano tiene il programma del Festivaletteratura di Mantova aperto a pagina 110 ,evento 231 :  " La scuola come può essere " Eraldo Affinati e Carlo Ossola con Stas' Gawronski.
     " Con tutto il rispetto possibile per Eraldo Affinati, qualcuno deve spiegarmi come sia possibile che Carlo Ossola sia l'interlocutore e non il soggetto primario di questo incontro. Carlo Ossola una spalla ?
 L'annuncio prosegue affermando " Carlo Ossola, autore di diversi manuali per l'insegnamento dell'italiano nelle scuole..." Ridurre la grandezza di Carlo Ossola ad un autore di manuali mi fa, perlomeno, trasalire.Che si affrettino a chiedere scusa, che si affrettino a chiedere scusa ".
  


sabato 24 agosto 2013

Libri e Pastasciutta


                                 

Libreria 1



                                           

Libreria 2



"E’ la disperazione di Giovanni Gentile, la libreria, oggi. Dai buchi del deficit intellettuale non se ne cava il ragno di un ragionamento. Nella prevalenza del banale, infatti, c’è la sconfitta del senso critico [...]
Le librerie dei librai, quelli di vecchia scuola, si riconoscono dalle vetrine. Loro, questi librai, sono gli eroi chiamati a sostegno dei licei e delle università. E sono quelli che negli allestimenti delle vetrine [...] mettono le “Figure bizantine” di Diehl, gli spazi letterari di Grecia e Roma e i classici che sono come i galenici nelle farmacie, sempre indispensabili [...] Le vere librerie, e lo sanno bene i clienti, hanno porte regali. E si varcano in punta di piedi. Sempre cercando un altro punto".

Pietrangelo Buttafuoco

Wainaina

 

Librando(ci)


venerdì 2 agosto 2013

SCANDALO IN LAGUNA


LA BIBLIOTECA MARCIANA  DI VENEZIA FA PAGARE 1 EURO A PAGINA RIPRODOTTA CON  MEZZI AUTODIDATTICI A DISCREZIONE DELL'UTENTE 
PERCHè HA ESAURITO I FONDI A SUA DISPOSIZIONE
PER LE FOTOCOPIE... 
SCANDALO IN LAGUNA!
CHE DIRE D'ALTRO...

Jean-Paul Sartre - Difesa dell'intellettuale


Jean-Paul Sartre - Difesa dell'intellettuale, Bompiani, Milano, 1999
"Gentiluomin graziosi e voialtre donne bellissime e assennate, le magnificenze vostre devono sapere che ci fu, non molto tempo fa, nella nostra università di Siena, ... maestro Michele di Cosimo Aretino dei conti di Palazzolo,artista,giovin signore piacevolissimo..."

da "Novelle stralunate dopo Boccaccio " edizioni Quodlibet 2013
 
 
LIVRES CHIEN NOIR

giovedì 1 agosto 2013

Tutta la vita lo stesso libro

La libraia sta pensando : " Ci sono uomini che leggono tutta la vita lo stesso libro "

Più chiaro,più chiaro, trasparente.

"Scusi,quanti libri ha letto nell'ultimo anno ?"
"Uno,lo stesso, da molti anni "